BLOG ARTICOLO

La validità di 90 giorni dell’ESTA

Posted: May 01, 2015

L’ESTA (Electronic System for Travel Authorisation) è stata messa a punto nell’ambito del programma di esenzione da visto, uno schema secondo cui i cittadini di alcuni paesi non hanno più bisogno di un visto per entrare negli Stati Uniti. Le condizioni dell’ESTA sono che il viaggiatore non può superare un soggiorno di 90 giorni e che i motivi del viaggio devono essere correlati a turismo o affari.

Il programma di esenzione da visto ha reso i viaggi negli Stati Uniti molto più facili per i cittadini italiani, riducendo notevolmente la quantità di burocrazia e il tempo di elaborazione; l’ESTA è approvata e consegnata entro 24 ore. Tuttavia, è utile capire esattamente quali sono i limiti in termini dei 90 giorni di validità dell’ESTA.

Superamento dei 90 giorni

Prima di tutto è bene chiarire i due periodi di tempo associati con l’ESTA. Il documento stesso è valido per 2 anni dal momento della ricezione (tranne il caso in cui il passaporto scada in questo periodo), tuttavia non puoi superare un soggiorno di 90 giorni consecutivi nel corso di questi 2 anni. Se vuoi rimanere più a lungo è necessario richiedere il visto appropriato.

Chi decide di permanere negli Stati Uniti per questo periodo massimo di tempo, facilmente rischia di approssimare 90 giorni a 3 mesi e quindi si ritrova a prenotare un volo di ritorno esattamente 3 mesi dopo il proprio volo di andata. Questo è un errore facile da commettere, poiché se si prenotano, per esempio, i voli tra il 4 luglio e il 4 ottobre questo periodo eccede i 90 giorni!

Se commetti questo errore, la cosa migliore da fare è ripianificare il volo di ritorno e rispettare l’accordo ESTA. Non ti preoccupare, superare i 90 giorni non ti impedisce di poter tornare a casa, ma probabilmente può causare complicazioni la prossima volta che vorrai entrare negli Stati Uniti.

 

Attraversare il confine e tornare

Chi soggiorna negli Stati Uniti per un lungo periodo di tempo e pensa di evitare i fastidi nell’ottenere un visto, prendendo in considerazione il fatto di ottenere l’ESTA e attraversare una frontiera limitrofa ogni 90 giorni (il Canada o il Messico, per esempio) sappia che questo non funzionerà. Gli agenti di pattuglia del confine sono molto consapevoli di un uso improprio dell’ESTA e il timer di 90 giorni non viene resettato quando si attraversa una frontiera limitrofa. Se vuoi rimanere negli Stati Uniti per più di 90 giorni, fai qualche ricerca sul tipo di visto che ti serve e svolgi le procedure formali.

 

Quanto tempo rimanere fuori degli Stati Uniti prima di tornare

La durata di 2 anni dell’ESTA significa che tecnicamente puoi tornare tutte le volte che vuoi durante questo lasso di tempo, a condizione di non superare il periodo di 90 giorni. Tuttavia, è necessario disporre di una buona ragione per far ciò, in quanto sicuramente dovrai spiegare i tuoi motivi ai funzionari di frontiera al momento del ritorno negli Stati Uniti. I funzionari di frontiera sono consapevoli della presenza di persone che attraversano le frontiere solo per estendere il loro soggiorno e si renderanno presto conto se l’ESTA viene utilizzato in modo non corretto. Senza un motivo valido per tornare negli Stati Uniti poco dopo aver lasciato il paese, è molto probabile che verrà rifiutato l’ingresso. Tuttavia, se hai validi motivi per tornare di frequente (accordi commerciali, per esempio), non dovresti avere problemi.

In sostanza, l’ESTA è stato progettato per ridurre le complicazioni e facilitare gli spostamenti dei cittadini di alcuni paesi. Si tratta di una misura altamente efficiente e utile, ed è comprensibile che le autorità statunitensi devono garantire che sia utilizzato correttamente. Puoi richiedere la tua ESTA online in pochi minuti, ottenere l’autorizzazione e riceverla entro 24 ore.

Buon viaggio!