BLOG ARTICOLO

Visitare l’incantevole Puerto Rico con l’ESTA

Posted: Aug 01, 2015

Forse non tutti sanno che noi italiani, per visitare l’isola di Puerto Rico nel Mar dei Caraibi, oltre ad avere bisogno di un passaporto elettronico valido, dobbiamo essere in possesso dell’autorizzazione ESTA, da richiedere semplicemente online.

Infatti Puerto Rico (o meglio l’arcipelago di Puerto Rico, costituito dall'omonima isola principale e da una moltitudine di isole minori) è un territorio non-incorporato degli USA, denominato Commonwealth di Puerto Rico, che ne consente l’auto-governo. Questo significa che Puerto Rico beneficia di alcuni aspetti legislativi degli Stati Uniti e possiede un grado di autonomia simile a quello di uno Stato federale dell'Unione. Di conseguenza le norme di accesso sono le stesse che regolano l'ingresso negli Stati Uniti. 

I suoi abitanti quindi sono americani, tuttavia non sono rappresentati al congresso americano e non hanno nemmeno un elettore nel Collegio elettorale statunitense.

Quello che sicuramente colpisce al primo sguardo è la “convivenza” tra la cultura ispanico-caraibica (frutto di una lunga dominazione spagnola) e l’impronta nordamericana degli Stati Uniti, con i suoi inevitabili contrasti.

Conosciuta anche come “Perla del Caribe”, “Isla Estrella” o“Isla del Encanto”è un’isola affascinante, attraversata da alte montagne ricche di flora lussureggiante, circondata da altre piccole isolette. E’ la più grande isola delle Antille, adagiata trail Mar dei Caraibi e l’Oceano Atlantico,adest della Repubblica Dominicana, e offre una vastissima scelta ad ogni tipo di visitatore.

San Juan, capitale di Portorico, fondata nella prima metà del 1500 da Juan Ponce de León, èuna città vivace e popolata da oltre un milione di abitanti, che si trova a nord-est dell’isola. Qui è evidente il contrasto tra lo skyline dei grattacieli e il “vecchio” nucleo urbano, El Viejo San Juan, notevole ricco scrigno di architettura coloniale, che lo rende uno dei centri più ricchi di storia dei Caraibi. Qui si trovano spiagge, alberghi lussuosi, locali chic e casinò, ma, a breve distanza, si scoprono suggestivi angoli di città fermi ad un tempo che fu. Tra i numerosi edifici storici vi sono le più possenti fortezze dei Caraibi come il Castillo de San Felipe del Morro.

La seconda città dell’isola è Ponce, sulla costa meridionale,ai piedi della Cordillera Centrale, meno turistica ed incarnazione dello stile di vita caraibico. Possiede un centro storico coloniale e neoclassico molto bello ed affascinante. E’ anche conosciuta come "Ciudad Señorial" per via degli eleganti edifici neoclassici. Anche qui troverete molto interessante scoprire scorci suggestivi ed edifici storici. Poco fuori dalla città sarà possibile visitare anche una vecchia piantagione di caffè: l’Hacienda Buena Vista.

Per gli amanti della natura non può mancare una visita al El Yunque National Forest, nell’estremo nord-est, la foresta pluviale più estesa dell’isola che si sviluppa intorno alla montagna El Yunque, alta oltre 1000 metri. Una riserva naturale ricca di vegetazione tropicale in cui è possibile visitare cascate, scoprire la flora e la fauna locale, e quindi non perdere il simbolo dell’isola, la rana coquì con il suo inconfondibile gracidio.

Nella parte opposta dell’isola si trova Rio Camuy Cave Parkcaratterizzato dalla presenza di numerose cave sotterranee e grotte. Spostandosi verso sud il territorio diventa arido e roccioso, fino a incorporare ambienti come la Foresta Arida di Guanica, caratteristica per il clima sia arido sia costiero e tropicale.

Ma la risorsa forse più conosciuta dell’isola sono sicuramente le spiagge, varie e per tutte le esigenze! Ci limiteremo a darvi solo qualche suggerimento rispetto alla vastissima scelta che ci offre Puerto Rico.

Le spiagge Condado e Isla Verde di Porto Rico sono situate sulla costa settentrionale, a ridosso del lungomare della capitale San Juan. Sempre sulla costa occidentale, Cerro Gordo di Porto Ricoe Vega Baia Beachsono bellissime spiagge di sabbia chiara e bagnate da un bel mare turchese e cristallino. In generale la zona nord-est è un paradiso per i surfisti, sia amatoriali che esperti.

Il sud-ovest rappresenta un ''must'' per gli amanti della sabbia fine e dell'acqua turchese e per gli appassionati di immersione subacquea. Tra i piccoli angoli di paradiso troverai Playa Tamarindo, Playa Ballena (Guanica),l'isola di Mona (nella zona di Cabo Rojo).Parguera è unvillaggio di pescatori, dove le case arrivano quasi al mare, fra paludi e isolette di mangrovie. E' una località molto frequentatadai subacquei, e dove tutti possono fare l'escursione notturna alla Bahia Fosforescente, dove milioni di microrganismi fanno scintillare l'acqua.

L’est portoricano è assolutamente notevole quanto a bellezza naturale, menzioniamo soltanto la strepitosa spiaggia di Luquillo, o, nei dintorni di Fajardo,o la Seven Seas Beach, dove è possibile vedere la deposizione delle uova da parte delle tartarughe marine. Si troveranno spiagge attrezzate o più “selvagge”o più tranquille come quelle di La Cordillera.

Ad ovest si trova la rinomataRincon che è considerata una delle migliori spiagge del mondo per il surf. Fra fine gennaio e fine febbraio è uno dei punti privilegiati, insieme a Boqueron, per l' osservazione delle balene.

Le isole minori di Vieques e Culebra, ad est dell’isola di Puerto Rico, sono due piccoli paradisi quasi intatti: Viequesè abitata soprattutto da pescatori e pastori. Le spiagge più belle sono Road Beach e Blue Beach, chilometri di sabbie bianche e deserte. Culebra è ancora più primitiva, piccola e remota, bordata da meravigliose spiagge che bordano la costa settentrionale, tra cui Playa Flamenco.

Puerto Rico è una meta davvero interessante, dove natura, storia, architettura, mare e spiagge, intrise di spirito statunitense, possono soddisfare qualsiasi visitatore. Anche gli amanti del lusso non rimarranno delusi in quanto moltissimi resorts offrono una permanenza da sogno (molti dotati anche di campi da golf). Tuttavia tenete in considerazione il periodo più adatto per viaggiare: il periodo migliore è da fine novembre a fine aprilecon temperature piacevoli ed un tasso di umidità non eccessivamente fastidioso e con precipitazioni brevi e sporadiche; la stagione più calda e umida comincia da inizio maggio, con aumento delle precipitazioni,mentre da giugno a novembre si potrebbe incorrere in uragani o tempeste tropicali.

Ultima raccomandazione: non dimenticate che sarà necessario richiedere la vostra autorizzazione ESTA , la vostra chiave per il “paradiso”!