Star left BLOG ARTICOLO Star left

Hai richiesto l’ESTA... Cosa succede adesso?

Posted: Aug 04, 2017
VWP Application

Il processo di domanda del sistema elettronico per l’autorizzazione di viaggio (ESTA) si svolge interamente online e richiede solo circa 10-15 minuti. L’unica cosa che devi avere a portata di mano è il tuo passaporto e un metodo di pagamento. Per ulteriori informazioni su come compilare il modulo, puoi consultare i nostri altri articoli sul blog e la nostra guida sull’ESTA, ma qui parleremo di cosa succede dopo.

Una volta che hai inviato la domanda ESTA, riceverai il tuo stato di autorizzazione entro 24 ore e generalmente molto più velocemente (entro un’ora). Questo viene inviato all’indirizzo e-mail che hai fornito quando hai inviato la tua domanda online.

Il tasso di approvazione dell’ESTA è molto elevato (oltre il 97%), tuttavia occasionalmente i richiedenti ricevono risposte diverse alle loro domande. In questo articolo analizzeremo le possibili risposte alla domanda ESTA e cosa devi fare dopo aver inviato la tua domanda.

Una cosa importante da tenere a mente è che l’ESTA è un sistema automatizzato. Significa “Sistema Elettronico per l’Autorizzazione di Viaggio”, per questo motivo è in grado di elaborare le domande in modo così rapido. Il processo è stato progettato per esaminare i potenziali visitatori degli Stati Uniti provenienti da paesi ad “alto valore e basso rischio”, che comprendono i 38 paesi partecipanti al programma di esenzione da visto – il Regno Unito è stato il primo paese a far parte di questo programma. A causa di alcuni fattori, come i bassi tassi di rifiuto del visto, i cittadini di questi paesi non sono tenuti a svolgere il tradizionale processo di domanda di visto quando si recano negli Stati Uniti per turismo o affari.

 

Esistono tre possibili risposte a una domanda ESTA: autorizzazione approvata, viaggio non autorizzato e autorizzazione in sospeso.

Come abbiamo detto, la risposta più probabile è “autorizzazione approvata”. Se ricevi un’e-mail in cui si dice che la tua autorizzazione è stata approvata, hai immediatamente diritto a recarti negli Stati Uniti nell’ambito del programma di esenzione da visto.

È importante capire cosa significa questa approvazione. Anche se significa che puoi recarti negli Stati Uniti, non ti concederà necessariamente l’ingresso nel paese. L’ESTA ti dà il permesso di arrivare ad un porto d’ingresso (l’aeroporto, per esempio), dove dovrai passare i controlli doganali. La decisione finale circa il tuo ingresso nel paese dipenderà dal funzionario doganale che incontrerai. Questo funzionario ti porrà una serie di domande relative alla tua visita; ciò può durare cinque secondi o cinque minuti. Alcuni passeggeri possono essere un po’ intimiditi da questo interrogatorio, ma è perfettamente normale e se la tua domanda ESTA è stata compilata in modo veritiero, non c’è motivo di preoccuparsi. Le domande tipiche comprendono “sei mai stato negli Stati Uniti?”, “quanto tempo starai?”, oppure “hai un lavoro nel tuo paese?”. In sostanza, buona parte di questo interrogatorio è solo per assicurarsi che non stai cercando di rimanere negli Stati Uniti per lavorare, il che non sarebbe consentito dal programma di esenzione da visto.

La seconda possibile risposta alla domanda ESTA è “viaggio non autorizzato”. Ovviamente, questo non è quello che vuoi vedere. Se la tua e-mail indica che non sei stato autorizzato a recarti negli Stati Uniti, significa semplicemente che non puoi recarti nel paese con ESTA nell’ambito del programma di esenzione da visto. Non sta dicendo che non puoi recarti nel paese, ma piuttosto che devi trovare un’autorizzazione di viaggio alternativa per farlo. In questo caso, dovrai richiedere un visto statunitense (visto turistico, visto di lavoro, ecc.). Per richiedere un visto statunitense devi contattare l’ambasciata o il consolato statunitense più vicino. In Italia c’è un’ambasciata statunitense a Roma e consolati generali degli Stati Uniti a Firenze, Milano e Napoli. Devi prenotare un appuntamento in una di queste sedi per essere intervistato per il tuo visto.

Abbiamo un team interno di esperti sull’ESTA che puntano ad assicurare che tutte le domande siano correttamente e completamente compilate prima che l’ordine venga elaborato, il che contribuisce ulteriormente a questo scarso tasso di rifiuti. L’unica ragione per un rifiuto dell’ESTA è che il tuo profilo non sia conforme ai termini e condizioni del programma di esenzione da visto. In nessun caso devi mentire in una domanda ESTA per ottenere l’approvazione; facendo così molto probabilmente all’arrivo verresti individuato da un funzionario doganale.

L’ultima possibile risposta ad una domanda ESTA è “autorizzazione in sospeso”. Ciò avviene solo in rari casi, tuttavia non c’è motivo di allarmarsi. Monitoreremo questa risposta fino a quando non sarà comunicato un risultato. Questa risposta significa solo che la tua domanda deve essere esaminata perché il sistema automatico non è in grado di determinare un risultato immediato. Nella maggior parte dei casi un’“autorizzazione in sospeso” diventerà relativamente rapidamente un’autorizzazione approvata. Ti informeremo immediatamente sull’esito finale.

 

Perché una domanda ESTA potrebbe essere negata?

Il Dipartimento della Sicurezza Interna ha concepito il programma di esenzione da visto come un modo per facilitare il processo di autorizzazione per i cittadini di alcuni paesi. È stato sviluppato e modificato nel corso degli anni per accertarsi che le uniche persone che ricevono un rifiuto siano coloro che non rispettano i termini e le condizioni del programma o coloro che potenzialmente potrebbero rappresentare un rischio di sicurezza o per le forze dell’ordine.

Non è possibile conoscere l’esatta ragione per la quale un’ESTA viene negata e le ambasciate e consolati statunitensi non possono fornire assistenza in merito. Devi ricorrere ad un’ambasciata o consolato soltanto se vuoi fare una domanda di visto. Tuttavia, nella nostra esperienza, abbiamo scoperto che ci sono diversi motivi comuni per il rifiuto di un’ESTA:

 

  • Il richiedente in passato si è già recato negli Stati Uniti e ha superato la durata di 90 giorni dell’ESTA o la durata permessa di soggiorno concessa con un visto.
  • Il richiedente in passato ha viaggiato con l’ESTA nell’ambito del programma di esenzione da visto ma ha partecipato a lavori non autorizzati durante questo periodo.
  • Al richiedente in passato è stato negato l’ingresso negli Stati Uniti al momento dell’arrivo.
  • Il richiedente ha risposto in modo errato a una o più domande sul modulo di domanda ESTA.
  • Il richiedente ha compilato il modulo ESTA utilizzando i dati del passaporto di un passaporto che in passato era stato segnalato perso o rubato (anche se il passaporto è stato successivamente ritrovato).

 

Devo viaggiare urgentemente, ma la mia ESTA è stata respinta. Cosa devo fare?

Consigliamo vivamente a tutti i cittadini italiani che intendono recarsi negli Stati Uniti con ESTA di richiedere i loro ESTA online ben prima del viaggio. Questo perché, se la tua ESTA viene rifiutata, avrai ancora tempo per seguire il tradizionale processo di domanda di visto. Purtroppo non ci sono garanzie di ottenere un appuntamento il giorno successivo per il visto, considerata la domanda elevata, anche se puoi sempre provarci. Anche se esiste una possibilità molto scarsa di non ottenere l’autorizzazione per la tua ESTA, è sempre una scelta sicura richiedere la tua ESTA non appena saprai che viaggerai.

 

Cosa succede se mi viene rifiutato l’ingresso a un porto d’ingresso degli Stati Uniti?

Nell’improbabile caso in cui ti venga rifiutato l’ingresso negli Stati Uniti pur avendo un’ESTA valida, probabilmente sarai rimandato al tuo paese di partenza o, in alternativa, alla tua prossima destinazione non statunitense se non stai tornando allo stesso luogo.

Lo scopo che sta dietro l’ESTA è quello di rendere possibile recarsi negli Stati Uniti con meno burocrazia, meno sforzo e meno spese. Gli USA e l’Italia vogliono reciprocamente incoraggiare i visitatori tra i due paesi e in Italia è stato creato un sistema reciproco per ottenere la stessa cosa. Tuttavia, la sicurezza è sempre la priorità e ovviamente il processo riflette ciò.

Assicurati di ottenere in anticipo l’ESTA, in modo da essere pronto per tutti i risultati e accertati di inviare la domanda ESTA non appena saprai che ti recherai nel paese. In questo modo, anche nel caso improbabile in cui l’ESTA non sia autorizzata, avrai ancora tempo per richiedere un visto statunitense ed effettuare il