BLOG ARTICOLO

Misure di sicurezza quando si viaggia con un laptop con ESTA

Posted: Oct 20, 2017
VWP Laptop Ban Info

Grazie alla portabilità e ad un mondo sempre più digitalizzato, sempre più passeggeri portano con sé i loro computer portatili quando si recano all’estero. Recentemente ci sono state molte discussioni sui computer portatili sui voli, quindi qui chiariremo cosa devi sapere. Ricorda, se ti rechi negli Stati Uniti come cittadino italiano, la prima cosa che dovrai fare è accertarti di avere un’ESTA valida. Torneremo su questo punto, ma prima di tutto esaminiamo le misure in vigore relative ai computer portatili.

All’inizio dell’anno è stato adottato un divieto controverso sui passeggeri che portano con sé computer portatili sui voli verso gli Stati Uniti. In particolare, il divieto era in vigore per chi viaggia su voli da un determinato gruppo di aeroporti del Medio Oriente e del Nord Africa, quindi questi passeggeri dovevano registrare i loro computer portatili come parte del loro bagaglio da imbarcare.

Nei mesi successivi all’adozione del divieto, sono aumentate le aspettative che questo divieto venisse ampliato per coprire tutti i territori. Così, invece di concentrarsi solo sui voli provenienti dal Medio Oriente e dal Nord Africa, c’era una possibilità abbastanza elevata che il divieto arrivasse a colpire tutti i voli in arrivo negli Stati Uniti dall’estero. Infatti il divieto aveva già avuto un effetto più globale, dato che il Regno Unito ha adottato misure molto simili mentre tutto ciò veniva svelato. Tuttavia, dopo che il divieto era stato adottato per quattro mesi, nel mese di luglio è stato rimosso.

La rimozione del divieto è stata un po’ sorprendente, ma essenzialmente è arrivata come risultato di una soluzione alternativa. Poco prima di essere rimosso, Washington ha rafforzato le misure di sicurezza per quanto riguarda lo screening dei computer portatili, dell’elettronica e dei possibili esplosivi. In sostanza, una decisione alternativa era stata presa per cercare di impedire l’espansione del cosiddetto “divieto sui computer portatili”. Invece di imporre ulteriori restrizioni, le nuove misure di sicurezza si basano su uno screening più completo.

 

Chi colpisce ciò?

Ogni giorno negli Stati Uniti arrivano circa 2.000 voli commerciali dall’estero. Questi voli provengono da 105 paesi, portando circa 325.000 passeggeri in totale. Queste nuove misure riguarderanno tutti questi voli.

Dal punto di vista del passeggero, l’unica vera differenza è che ci possono essere tempi di attesa più lunghi ai controlli di sicurezza. Lo screening rafforzato richiede un po’ più di tempo, quindi si possono creare code e la procedura può diventare un po’ frustrante. Tuttavia, finora non sono stati rilevati significativi ritardi o problemi di attuazione di tali misure.

Ciononostante, il fatto che i tempi di screening sono aumentati è stato in sé controverso. Recentemente abbiamo discusso di altre potenziali misure volte a ridurre specificatamente i tempi di screening e a semplificare l’esperienza dei viaggiatori. Non è controproducente cominciare a rallentare il processo di screening?

In particolare, in alcuni aeroporti abbiamo recentemente visto l’introduzione dello screening biometrico. È una cosa che gli Stati Uniti stanno sviluppando seriamente, con l’obiettivo di ridurre la necessità di determinata documentazione, aumentando la disponibilità di informazioni sui passeggeri conservate in formato digitale. Altrove la scansione 3D è in corso di valutazione come un modo per digitalizzare più velocemente i bagagli dei passeggeri. Con la scansione 3D, i viaggiatori non dovrebbero più rimuovere i loro liquidi e i computer portatili quando passano i controlli di sicurezza. Il vantaggio di queste misure è quello di aumentare la sicurezza e contemporaneamente di uniformare l’esperienza dei passeggeri.

Quando stiamo vedendo sempre più sforzi volti a ridurre i tempi di attesa e accelerare il processo dei controlli di sicurezza, queste misure accurate di screening elettronico potrebbero sembrare un passo indietro. Tuttavia, per capirle dobbiamo guardare il contesto più ampio. Ovviamente, la sicurezza è la priorità numero uno, quindi non c’è da meravigliarsi del motivo per cui i metodi di screening vengono migliorati. Ma perché il divieto inizialmente previsto dei computer portatili non era un’alternativa migliore?

Ovviamente molti viaggiatori vogliono tenere con sé i loro oggetti di valore e di elettronica quando viaggiano e non metterli nel loro bagaglio da imbarcare. Infatti, alcune persone vogliono lavorare sui loro computer portatili durante il volo, oppure guardare i loro film, ecc. I passeggeri di business class sono quelli che hanno più probabilità di lavorare sui loro computer portatili mentre volano e stanno anche pagando oltre il doppio delle altre tariffe aeree. Quindi, da un lato, l’attuazione di un “divieto dei computer portatili” su scala mondiale sarebbe stato un grave deterrente per i viaggiatori. Allo stesso tempo, il processo di screening comportava anche un lavoro supplementare; il personale di sicurezza doveva garantire che i computer portatili non venissero trasportati nel bagaglio a mano sui voli verso gli Stati Uniti.

E così, queste misure di screening avanzate sono una sorta di compromesso; sono un modo per raggiungere lo stesso obiettivo di un divieto dei computer portatili senza doverne effettivamente attuarne uno. Tuttavia c’è comunque la possibilità che alcune compagnie aeree non rispettino queste nuove misure, nel qual caso saranno probabilmente obbligate ad applicare restrizioni sull’elettronica in cabina.

 

Quali sono le regole ora?

Dopo aver discusso le nuove misure, potrebbe non essere particolarmente chiaro quale sia ora la politica sul portare con sé i computer portatili sui voli verso gli Stati Uniti. Quindi, chiariamo cosa dice il TSA (l’US Transportation Security Administration) e cosa raccomanda.

Innanzitutto, e forse sorprendentemente, il TSA effettivamente consiglia che i passeggeri portino i loro computer portatili nel loro bagaglio a mano e non nel bagaglio registrato. Questo è essenzialmente dovuto al maggior rischio del tuo computer portatile quando viene messo in stiva. Tieni a mente che in stiva il peso di molti altri bagagli potrebbe spingere sul bagaglio, dando luogo a enormi quantità di pressione sui tuoi oggetti di elettronica. Quando questo è combinato con basse temperature e altezze elevate, c’è un rischio significativo che il tuo schermo si spacchi (o ancora peggio) quando viene messo in stiva.

Tuttavia, nonostante questo consiglio, il TSA ammette anche che portare il tuo computer portatile a bordo aumenterà i tempi di screening. Quindi ci sono alcune linee guida su come i viaggiatori possono aumentare l’efficienza quando si attraversa l’aeroporto con un computer portatile.

Un consiglio per semplificare i tuoi viaggi è quello di avere una borsa per portatili approvata dal TSA. In particolare, le borse per portatili “con apertura in due”, “a tripla piega” e “a manicotto” sono considerati TSA-friendly, il che significa che non devono essere rimossi dalle loro custodie quando passano attraverso i controlli di sicurezza. Questo perché tutti offrono una vista libera dei computer portatili quando passano attraverso gli scanner. Ciononostante, ad eccezione dello stile manicotto, tutte queste borse devono essere aperte quando passano attraverso lo scanner.

Detto questo, indipendentemente dal fatto che il tuo computer portatile possa essere analizzato nella sua custodia o no, deve comunque essere collocato separatamente dalle tue altre cose. Ciò significa che deve essere messo in un vassoio separato quando passa attraverso i controlli di sicurezza. Se deve essere rimosso dalla sua custodia, allora questa deve trovarsi in un vassoio diverso da quello del computer portatile.

Il tuo computer portatile non deve trovarsi nel tuo bagaglio a mano. Una cosa di cui i viaggiatori non sono spesso a conoscenza è il fatto che possono viaggiare con un bagaglio a mano e un altro oggetto. Ciò significa che puoi portare una normale borsa a mano e una custodia per computer portatile. Questo è utile da sapere in quanto significa che puoi sempre avere il tuo computer portatile più accessibile, aumentando lo spazio prezioso nella tua borsa a mano.

 

Autorizzazione di viaggio

Una cosa che non è cambiata come parte di queste misure di sicurezza è il tipo di autorizzazione di viaggio necessaria per recarsi negli Stati Uniti. Per i cittadini italiani e i cittadini di tutti i paesi che fanno parte del “Programma di esenzione da visto” non è necessario un visto per viaggiare per turismo o affari. È possibile richiedere l’ESTA online: l’ESTA funziona come alternativa al visto, permettendo ai suoi titolari di trascorrere fino a 90 giorni negli Stati Uniti durante un viaggio, a condizione che viaggino per turismo o affari (così come alcuni altri specifici scopi di viaggio).

Per richiedere l’ESTA online, i richiedenti devono semplicemente compilare un modulo online. Il processo richiede circa dieci minuti e, contestualmente, i viaggiatori dovranno fornire i loro dettagli del passaporto. Entro 24 ore dal completamento e dalla presentazione del modulo, un’e-mail di conferma viene inviata al richiedente, che indicherà se la domanda ESTA è stata approvata, negata o ancora in sospeso. La maggior parte delle domande ESTA vengono approvate quasi immediatamente.

Dal momento in cui viene ricevuta l’e-mail di approvazione, l’ESTA è valida per un periodo di due anni. In alternativa, l’ESTA scadrà al momento della scadenza del passaporto del titolare (secondo quale evento si verifica per primo). Ciò significa che il viaggiatore può recarsi più volte negli Stati Uniti con la stessa ESTA durante questo periodo di due anni, a condizione che nessuna di queste visite superi i 90 giorni.

Per i cittadini italiani che si recano negli Stati Uniti con l’ESTA, viaggiare con un computer portatile è molto simile a quando si viaggia in Europa. Segui le linee guida del TSA sopra indicate per assicurarti che il processo sia rapido e semplice quando passi attraverso i controlli di sicurezza e tieni presente che si applicano le stesse restr