BLOG ARTICOLO

Interpretare lo stato della tua domanda ESTA

Posted: Sep 01, 2015

Viaggiare nell’ambito del Programma di esenzione dal visto è un modo semplice e pratico per visitare gli Stati Uniti come turista o per motivi di lavoro. I cittadini italiani rientrano in questo programma e possono richiedere l’ESTA come alternativa al processo, più lungo, di ottenimento di un visto.

Quando richiedi l’ESTA online sarai sottoposto ad una breve, ma approfondita, serie di domande che determineranno l’esito della tua domanda. In ogni caso riceverai conferma sullo stato della tua domanda quasi immediatamente, ed esso sarà inviato all’indirizzo e-mail fornito al momento della compilazione dei dati. Le domande possono essere approvate o negate.

Anche se la maggior parte delle domande vengono approvate, un’ autorizzazione ESTA negata può essere molto frustrante. Ci sono diversi motivi per cui questo può avvenire, quindi valuta se uno dei seguenti punti riguarda il tuo caso:

  • Ti sei già recato negli Stati Uniti e hai oltrepassato il tempo di permanenza consentito del tuo soggiorno (con un visto o con l’ESTA).
  • In passato ti sei recato negli Stati Uniti con l’ESTA e sei stato assunto per un lavoro autorizzato durante il tuo soggiorno.
  • In passato hai fatto domanda per recarti negli Stati Uniti e l’ingresso ti è stato negato.
  • Hai risposto ad una o più delle domande dell’ESTA in modo non corretto.
  • Hai indicato dati del passaporto per un passaporto di cui è stato denunciato lo smarrimento o il furto (anche se poi l’hai ritrovato).

Poiché l’ESTA è particolarmente vantaggiosa grazie alla velocità del suo processo di ottenimento, la mancata approvazione è abbastanza noiosa, in quanto richiede molte pratiche burocratiche in più. In sostanza, se la tua ESTA viene negata, sarai costretto ad intraprendere la strada del visto tradizionale. I tempi di elaborazione del visto possono essere piuttosto lunghi, per questo motivo consigliamo di richiedere l’ESTA il prima possibile nel processo di pianificazione del viaggio (anche prima di prenotare il mezzo di trasporto e l’alloggio).

Tuttavia, puoi richiedere per la seconda volta un’ESTA appena 24 ore dopo il suo rifiuto. Considera comunque che il primo rifiuto sarà una bandiera rossa nel valutare una nuova domanda; inoltre, se hai risposto a tutte le domande con sincerità, non c’è motivo di tentare una nuova domanda. Fa eccezione il caso del passaporto di cui è stato precedentemente denunciato lo smarrimento o il furto; in questo caso è sufficiente aggiornare il dato del tuo passaporto ed effettuare nuovamente la domanda.

Importante: non rispondere alle domande in modo falso per “ingannare il sistema”. Le domande sono scelte in modo molto specifico e sono tutte molto importanti, quindi se l’approvazione viene negata c’è sicuramente una buona ragione.

Naturalmente, la maggior parte delle domande vengono approvate entro 24 ore, permettendoti quindi di procedere con il tuo viaggio! Assicurati di rispettare le condizioni dell’ESTA (in particolare per quanto riguarda la durata del soggiorno e il lavoro negli Stati Uniti), per evitare in futuro uno dei problemi di cui sopra.