BLOG ARTICOLO

Il lungo weekend del Memorial Day

Posted: May 01, 2015

Si sa che gli Stati Uniti sono un Paese molto patriottico e le celebrazioni che  ricordano eventi importanti per la storia del Paese sono tenute in gran considerazione: il Memorial Day è una di queste ricorrenze e viene osservata l’ultimo lunedì di maggio.

E’ una ricorrenza che celebra gli uomini caduti in guerra e che risale alla Guerra Civile Americana (1861-64), quando i cittadini iniziarono a porre dei fiori sui sepolcri dei loro caduti durante la guerra. 

La Guerra Civile fece più caduti che qualsiasi altra guerra, tra soldati dell’Unione e della Confederazione, e per questo nacque la necessità di allestire i primi cimiteri nazionali per dare degna sepoltura a tanti americani morti per la Patria. Onorare le tombe dei soldati morti in guerra fu un’abitudine che nacque spontaneamente, soprattutto durante la primavera, quando si era soliti decorare le tombe dei caduti con i fiori. Questa abitudine poi portò all’istituzione di una “Giornata dell’onorificenza”, il“Decoration day”, che divenne ufficiale in molti Stati del Paese.

Il giorno venne scelto dal generale John A. Logan, che sancì che il 30 Maggio, 1868, fosse un giorno dedicato alla decorazione delle tombe dei compagni morti in difesa del proprio Paese. La data del“Decoration Day” fu quella perché non era l’anniversario di nessuna battaglia in particolare e quindi adatta a celebrare in generale tutti i caduti della Guerra Civile.

Durante il primo “Decoration Day” il Generale James Garfield tenne un importante discorso presso l’Arlington National Cemetery, e  5.000 volontari decorarono le tombe di 20.000 americani caduti in guerra. L’esempio fu seguito da molti altri Stati e la ricorrenza divenne ufficiale. In realtà l’ufficializzazione avvenne per gli Stati del Nord, mentre quelli del Sud decisero di onorare i loro caduti in altre date.

Più in seguito, durante i due Conflitti Mondiali, gli Stati Uniti ebbero molte perdite nei campi di battaglia e il “Decoration Day” divenne occasione per ricordare anche questi caduti e la data della ricorrenza rimase sempre quella dal 30 maggio, sino a quando, nel 1968, il Congresso, attraverso l’“Uniform Monday Holiday Act”, assegnò ad alcuni lunedì dell’anno determinate festività, per consentire agli impiegati statali un “lungo weekend” di vacanza. Ecco perché il “Decoration Day” si “spostò” all’ultimo lunedì di maggio e prese il nome di “Memorial Day” divenendo una festività nazionale in cui la città di Waterloo, N.Y.,venne dichiarata ufficialmente il suo luogo di nascita dal Presidente Lyndon Johnson. A questo punto, anche gli Stati del Sud si riconobbero in questa ricorrenza poiché dedicata agli americani caduti in ogni guerra e non più solo in quella Civile, sebbene alcuni Stati abbiano anche altre date durante l’anno in cui onorare i caduti della Confederazione.

Durante questa giornata si svolgono parate patriottiche (tra le più importanti ci sono quelle di Chicago, Washington e New York) e si organizzano visite ai cimiteri e ai Monumenti di Guerra in cui molti volontari depositano bandiere e fiori.

Dal 2000 è stato proclamato il “National Moment of Remembrance”che invita tutti gli Americani ad osservare un momento di silenzio e di rispetto alle ore 3 pomeridiane (orario locale di ogni Stato), in cui è piuttosto comune ascoltare il “Taps” (Tocco del Silenzio), melodia struggente suonata da una tromba.

C’è anche da dire che, oltre all’aspetto prettamente patriottico ed ufficiale, il lungo weekend del Memorial Day, ricadendo a fine maggio e quindi in primavera inoltrata, per molti Americaniviene visto come anticipazione dell’estate, e si approfitta per organizzare gite all’aria aperta e barbecue.

Se parliamo di Memorial Day non possiamo dimenticarci di un evento sportivo strettamente legato a questo weekend: La 500 miglia di Indianapolis (Indianapolis 500)  cheè una gara automobilistica americana nata nel 1911 e chesi svolge il fine settimana del Memorial Day sul circuito ovale dell'Indianapolis Motor Speedway di Indianapolis e che quest’anno si terrà il 24 maggio.

Le auto che vi gareggiano sono delle monoposto molto simili a quelle di Formula 1, ma con molte differenze tecniche, chiamate IndyCarsche, alla frase: “Ladies and Gentlemen, start your engines!”,sicontendono il primo posto dopo 200 giri (500 miglia), ma solo dopo aver conquistato la loro partecipazione alle prove libere che si tengono durante il mese di maggio. Ovviamente questo evento sportivo è circondato da una ricca serie di manifestazioni di ogni genere che vanno dalle maratone ai concerti, il tutto rigorosamente svolto nella città di Indianapolis!

Anche questa volta siamo sicuri di avervi invogliato a vivere un’interessante esperienza oltreoceano: un’occasione per assaporare dal vivo il rinomato orgoglio patriottico americano ma anche il suo così caratteristico trasporto sportivo! Da qui potrete ottenere in poche ore la vostra autorizzazione ESTA e partire in tutta serenità verso una nuova e particolare avventura!