Star left BLOG ARTICOLO Star left

8 caratteristiche chiave del VWP e dell’ESTA

Posted: Sep 01, 2017
ESTA caratteristiche

Il programma di esenzione da visto è un accordo stipulato tra 38 paesi e gli Stati Uniti. Esso permette ai cittadini di questi paesi di richiedere l’ESTA, una forma di autorizzazione di viaggio utilizzata per turismo o affari.

Il processo di richiesta dell’ESTA è facile; la si compila e presenta completamente online e i richiedenti ricevono una risposta entro 24 ore. Tuttavia, ci sono alcuni aspetti del programma di esenzione da visto e della domanda ESTA che possono causare confusione. In quanto viaggiatore negli Stati Uniti con questo programma, è importante comprendere questi aspetti per evitare problemi o dubbi durante il viaggio.

Qui esamineremo dieci delle cose più importanti da sapere sul programma di esenzione da visto (VWP):

 

1. L’ESTA è valida di solito per due anni dopo l’approvazione

Una volta compilata la tua domanda ESTA online, entro 24 ore riceverai un’e-mail che ti informa dello stato della tua domanda. La grande maggioranza delle richieste viene approvata; in questo caso questa e-mail ti dirà per quanto tempo la tua ESTA è valida. Nella maggior parte dei casi, la durata sarà esattamente di due anni dalla data di approvazione. Tuttavia, questo non è sempre il caso. Se la data di scadenza del passaporto ricade proprio in questo periodo di due anni, la tua ESTA sarà valida fino a questa data.

Questo perché la tua ESTA è collegata direttamente ai dettagli del passaporto utilizzato per richiederla. Quando rinnovi il passaporto, alcune delle informazioni chiave su di esso cambiano (numero, data effettiva, ecc.). Di conseguenza, la tua ESTA originale non sarebbe collegata al tuo nuovo passaporto e dovresti richiederne una nuova (non puoi aggiornare i dettagli del passaporto sulla tua ESTA). È facilissimo richiedere una nuova ESTA, ma in genere è una buona idea assicurarsi che il tuo passaporto sia valido per l’intero periodo di due anni, per motivi di praticità.

 

2. Nonostante questo periodo di due anni, puoi viaggiare solo fino a 90 giorni alla volta

La tua ESTA sostanzialmente contiene un timer di 90 giorni, che inizia ogni volta che ti trovi negli Stati Uniti. Per rispettare le condizioni del programma di esenzione da visto non devi mai superare questo periodo. Se lo fai, molto difficilmente un tuo ingresso futuro negli Stati Uniti verrà autorizzato o future richieste dell’ESTA verranno approvate. Se per qualsiasi motivo prevedi di trascorrere più di 90 giorni negli Stati Uniti in un determinato viaggio, devi richiedere un visto statunitense invece dell’ESTA.

Questo timer di 90 giorni viene azzerato ogni volta che entri negli Stati Uniti, con un paio di eccezioni. Se ti rechi in Messico o in Canada come parte del viaggio in America, il tempo che vi trascorri contribuisce a questi 90 giorni (anche se questi paesi hanno anch’essi attivato diversi sistemi di autorizzazione di viaggio). Anche se in realtà questo timer viene azzerato nella maggior parte dei casi, è importante essere consapevoli del fatto che gli agenzi della polizia di frontiera statunitense si renderanno presto conto se sembra che stai violando le condizioni del programma di esenzione da visto. Se torni spesso negli Stati Uniti per 90 giorni alla volta, questo verrà evidenziato alla pattuglia di confine e l’ingresso potrebbe esserti negato.

 

3. La tua ESTA deve essere valida solo all’arrivo negli Stati Uniti

Potrebbe sembrare piuttosto confusionario, ma la tua ESTA in realtà deve essere valida solo al momento dell’arrivo negli Stati Uniti. Ciò significa che la tua ESTA può scadere durante il tuo tempo di permanenza negli Stati Uniti e non avrai problemi all’uscita dal Paese. Detto questo, stai ancora aderendo alle condizioni del programma di esenzione da visto e quindi il timer di 90 giorni è ancora valido. Non è inoltre possibile richiedere una nuova ESTA o qualsiasi altro tipo di autorizzazione di viaggio quando ti trovi già negli Stati Uniti.

 

4. Gli agenti della polizia di frontiera sono responsabili di autorizzare il tuo ingresso nel paese

La tua ESTA è ciò di cui hai bisogno per arrivare ad un porto di entrata statunitense, ma la decisione finale se concederti l’ingresso nel paese o meno spetta agli agenti della polizia di frontiera statunitense. Quando consegni il tuo passaporto al controllo delle frontiere, l’agente probabilmente ti porrà alcune domande circa il tempo che trascorrerai nel paese, cosa farai, dove starai e alcune volte delle domande più personali sulla tua professione e la tua famiglia – questo serve semplicemente per assicurarsi che non stai cercando di immigrare negli Stati Uniti in cerca di lavoro. Queste domande possono sembrare un po’ intimidatorie sul momento, ma rispondi semplicemente in modo educato e onesto per accelerare il processo. Rispondendo sinceramente non ti si può obiettare nulla!

 

5. L’ESTA non è un visto

Come suggerisce il nome del programma “esenzione da visto”, l’ESTA non è un tipo di visto. Quando ricevi l’approvazione ESTA, ti viene autorizzato l’ingresso negli Stati Uniti senza la necessità di un visto. I paesi che fanno parte del programma di esenzione da visto sono considerati “a valore elevato e basso rischio”, pertanto i loro cittadini possono essere sottoposti a screening utilizzando un processo di verifica automatizzato (ovvero l’ESTA, il sistema elettronico per l’autorizzazione di viaggio). Un visto statunitense è un tipo diverso di autorizzazione di viaggio ed è una procedura molto più lunga e costosa. La richiesta di un visto statunitense prevede incontri di persona presso un’ambasciata o un consolato degli Stati Uniti e tutto il processo di approvazione può richiedere diverse settimane.

 

6. Puoi comunque richiedere un visto anche se l’ESTA non è stata approvata

L’ESTA non ha niente a che fare con un visto statunitense e non aver ricevuto l’approvazione per l’ESTA significa semplicemente che il programma di esenzione da visto non è applicabile alla tua situazione. In questo caso, per recarti negli Stati Uniti dovresti richiedere un visto. In altre parole, non ottenere l’approvazione per l’ESTA non mette in pericolo le tue possibilità di ottenere un visto. La maggior parte delle domande ESTA vengono approvate, tuttavia esistono casi di non approvazione. Tenendo presente questo, è sempre una buona idea richiedere l’ESTA non appena saprai di viaggiare. Se non viaggerai entro un paio di mesi, questo ti dà il tempo di richiedere un visto in caso di mancata approvazione.

 

7. Tutti i viaggiatori devono avere ciascuno la sua domanda ESTA

Ogni persona che si reca negli Stati Uniti nel quadro del programma di esenzione da visto deve disporre della sua approvazione ESTA. Questo tema si pone quando i genitori viaggiano con i loro figli piccoli. In questo caso è necessario compilare una domanda ESTA separata per conto del proprio figlio. È consentito compilare una domanda ESTA per qualsiasi persona terza, ma ovviamente tutte le informazioni comprese devono essere precise.

 

8. L’ESTA è stata ideata per viaggi di turismo o d’affari, tuttavia esistono eccezioni

Come sai, il programma di esenzione da visto esiste per consentire ai cittadini di alcuni paesi di recarsi negli Stati Uniti per affari o per piacere, per periodi fino a 90 giorni alla volta. Tuttavia, ci sono alcuni motivi in più per i quali è possibile recarsi negli Stati Uniti con l’ESTA. Ad esempio, è consentito viaggiare con l’ESTA per cure mediche di breve termine o per frequentare corsi accademici che non costituiscono un credito accademico. Vale anche la pena chiarire cosa si intende per “viaggio d’affari”. In sostanza, questo significa che puoi recarti negli Stati Uniti per esempio per partecipare ad una riunione o ad una conferenza ma non puoi andare a cercare lavoro o assumere una posizione lavorativa. Se ti rechi negli Stati Uniti per lavorare lì, ti servirà in anticipo un visto statunitense.

 

Speriamo che questi chiarimenti qui ti aiuteranno a capire meglio l’ESTA e il programma di esenzione da visto. Oltre a tutto il resto, dovrebbero aiutare a determinare se l’ESTA è adatta alle tue esigenze di viaggio o se un visto sarebbe più appropriato per il tuo viaggio. Come abbiamo già detto, è caldamente consigliabile richiedere la tua ESTA non appena saprai che viaggerai, per tutelarti nel caso in cui l’autorizzazione venisse negata. Detto questo, la maggior parte delle richieste ESTA sono approvate quasi immediatamente. E nonostante tutti i punti sopra riportati, non dimenticare che l’ESTA è stata ideata per essere semplice, quindi, una volta approvata, difficilmente dovrai ancora occupartene!

 

Buon viaggio!